SERVIZIO CLIENTI 06 9499476

Come scegliere i colori delle pareti di ogni ambiente della Casa

verde

Sono lontani i tempi in cui l’unico colore ammesso all’interno di una casa era il bianco. A livello di pittura, ora che nel settore dell’home decor sono stati fatti passi da gigante, ci si può sbizzarrire in mille e più modi. Ogni singola stanza può avere un’identità e uno stile propri che si delineano, appunto, attraverso le scelte cromatiche. Va da sé, tuttavia, che ci siano delle piccole regole da rispettare, se si vuole dare vita ad una casa armonica e ben strutturata. Il fucsia della cameretta della bimba, ad esempio, è assolutamente proibito in bagno, dov’è consigliabile optare per delle tinte neutre e poco rischiose che, a lungo andare, non stanchino. Cerchiamo di capire, allora, come si scelgono i colori delle pareti in base alla funzione delle varie stanze.

L’ambiente in cui più si può osare è senza ombra di dubbio il salotto. Che non è più la stanza formale di una volta, riservata solo alle grandi occasioni, ma uno spazio versatile e dinamico in cui, ormai, si fa praticamente di tutto. È, di conseguenza, quello che merita più cura ed attenzione, essendo il luogo in cui la famiglia trascorre la maggior parte del tempo. L’essenziale è che sia luminoso. Per il resto, non ci sono limiti alla fantasia. È di gran moda, oggi, ridipingere le pareti della zona living con due diverse tonalità che, pur abbinandosi, creino un contrasto cromatico. Il mix più in voga del momento è quello dato dalla fusione tra il tortora e il grigio, due tinte neutre molto calde che ben si adattano ad un ambiente che trasmetta una sensazione di pace e di relax. Chi ama i contrasti audaci potrebbe però prendere in considerazione l’idea di una parete forte e molto vivace, che non passi inosservata ma che sia, semmai, il tratto distintivo del soggiorno. Si può optare, a seconda dello schema cromatico dei mobili, per un rosso fiammante, per una bella sfumatura di blu, per un più rilassante verde o, perché no, per un giallo limone. Le altre pareti, naturalmente, dovranno bilanciare il risultato finale per evitare che la stanza appaia troppo chiassosa e fuori luogo: sì al grigio chiaro, al rosa cipria, al crema o all’avorio, ma anche al bianco. È, questa, una soluzione riservata solo ed esclusivamente a chi ha la fortuna di avere a disposizione un salotto molto spazioso, perché le tinte scure o eccessive, si sa, tendono a rimpicciolire visivamente gli ambienti. Se amate lo splendido e contemporaneo contrasto tra bianco e nero, quindi, ben venga la parete total black, a patto, però, che la zona living sia ampia e luminosa già di suo.

Evitate colpi di testa di questo genere, invece, in camera da letto. Nella stanza riservata al relax e al riposo deve regnare un’atmosfera armonica, quasi zen, ragion per cui è preferibile ridipingere le pareti con delle tinte sobrie e neutre. Sono perfette, in tal senso, le nuance pastello: rosa cipria, azzurro e verde vanno per la maggiore, ma anche il tortora, da qualche tempo a questa parte, è prepotentemente entrato in scena. Sì anche al grigio, ma in una sfumatura luminosa e brillante. Vale un discorso completamente diverso per quanto riguarda la stanza dei bambini: l’imperativo, in tal caso, è osare, perché è bene che i piccoli crescano in un ambiente stimolante e divertente che trasmetta loro tanta allegria. Scegliete, allora, una tinta frizzante ed esplosiva: blu, fucsia, giallo, verde, rosso, arancione. Qualunque cosa vi passi per la testa, a loro piacerà da matti. Se siete alla ricerca di qualche idea che v’ispiri, date un’occhiata al nostro sito.

Come comportarsi, invece, al momento di scegliere il colore delle pareti del bagno e della cucina? A meno che top e pensili non siano, ad esempio, bianchi, evitate le pitture troppo sgargianti. Orientatevi, semmai, su una tinta neutra e raffinata, più adatta ad un ambiente funzionale quale, appunto, la cucina. In caso contrario, spezzate il total white dell’angolo cottura con una parete giocosa e divertente: il verde ottanio, in questo caso, è una soluzione da prendere in considerazione. Per quanto riguarda il bagno, vale la stessa regola. Fate in modo che le pareti richiamino il colore di eventuali piastrelle che rivestono i pavimenti o i muri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*