SERVIZIO CLIENTI 06 9499476

Riprogettare l’ingresso della tua casa

ingresso-design

L’ingresso della propria casa è uno spazio complesso da arredare perché è difficile riuscire ad ottenere la giusta combinazione di funzionalità, luminosità e bellezza estetica che lo rendano accattivante e pratico.

In realtà si ha la scelta tra tante soluzioni diverse, tuttavia è fondamentale mettere in pratica quella più adatta alle caratteristiche strutturali dell’ambiente e che risponda meglio alle proprie esigenze. Inoltre bisogna valutare anche lo stile d’arredo del resto della casa dato che l’ingresso deve armonizzarsi con le altre stanze. Ad esempio, in un’abitazione moderna un ingresso shabby chic oppure vintage stona in maniera stridente.

Inoltre bisogna tenere a mente che l’ingresso si può considerare il vero e proprio biglietto da visita della casa e ha un forte impatto su chi ci entra. Infatti è il primo ambiente che si incontra e riesce a condizionare le impressioni successive. Di conseguenza è fondamentale progettarlo, arredarlo e organizzarlo nei minimi dettagli: non è soltanto una zona di passaggio che si può trascurare, ma deve essere presentato nel modo migliore. Per ottenere i migliori risultati bisogna prendere in considerazione vari fattori ed è possibile puntare su soluzioni intelligenti e salvaspazio, come lo svuota-tasche abbinato all’attaccapanni oppure il porta-borsa integrato nello specchio.

Gli stili d’arredo per l’ingresso di casa, come si può vedere dalle proposte sul nostro sito e sulla pagina dei brand gestiti, sono molti. Si va dal moderno al classico, dal liberty al vintage, dall’industrial allo shabby chic e al nordico. Devono rispondere ai propri gusti ed essere in linea con il design che si è conferito all’intera abitazione. Oltre allo stile bisogna valutare anche il numero e le caratteristiche dei mobili scelti per arredare l’ingresso.

Gli arredi maggiormente usati sono la consolle come piano d’appoggio, il portaombrelli, l’appendiabiti e lo specchio per dare un’ultima occhiata alla pettinatura e al trucco prima di uscire. Negli ingressi di maggiori dimensioni è possibile inserire anche un armadio o una scarpiera e una poltroncina oppure una sedia in modo che sia più facile togliersi le scarpe. La decorazione dell’ambiente viene effettuata grazie a vari accessori, ai quadri, alle pareti e, a volte, a un tappeto che copre in tutto o in parte il pavimento.

Nelle abitazioni moderne, tuttavia, si ha a che fare spesso con ambienti ridotti e quindi anche l’ingresso ha una ridotta estensione. Di conseguenza è basilare mettere a punto soluzioni salvaspazio che consentano di rendere lo spazio accogliente e funzionale, interpretando nel modo migliore lo stile d’arredo e le proprie esigenze.

La tecnica più semplice consiste nel posizionare diversi specchi alle pareti: il gioco di riflessi che si crea consente di amplificare lo spazio attraverso un effetto di dilatazione spaziale. In questo modo l’ingresso sembra più grande di quanto, in realtà, non lo sia. Al tempo stesso si rende l’ambiente molto più luminoso: per questo arredare con gli specchi è la soluzione ideale anche per gli ambienti bui, privi di aperture oppure con soltanto una piccola finestra. Il senso d’ampiezza che si crea, inoltre, varia in base al tipo di specchio utilizzato: ad esempio un elemento quadrato appoggiato sulla consolle dilata lo spazio in lunghezza, mentre uno grande rettangolare posizionato a terra conferisce all’ambiente una maggiore profondità di campo.

Per rendere più confortevole e accogliente l’ingresso è fondamentale scegliere i colori giusti in base allo stile d’arredo e alle caratteristiche dello spazio. Nel caso in cui l’ambiente non sia separato fisicamente dal resto dell’abitazione si può creare una specie di disimpegno (usando una libreria divisoria oppure installando una parete divisoria scorrevole decorativa) o puntare sugli abbinamenti cromatici. In questo modo si evita di dover costruire un muretto basso, che risulta molto più complicato da mettere in posa.

Se si opta per la soluzione cromatica, basta dipingere dell’ingresso di una tinta diversa ed enfatizzare l’effetto finale inserendo dei complementi d’arredo con colori affini. Le tonalità chiare e vivaci sono l’ideale negli ambienti di ridotta metratura perché contribuiscono all’effetto di dilatazione spaziale. Infine non bisogna sottovalutare l’illuminazione: varie proposte sono presenti sul nostro sito.

One Response to Riprogettare l’ingresso della tua casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*